16 maggio 2008

La vignetta del giorno


"Che puzzle di merda ... c'è un pezzo che avanza!".
(di Juan Kalvellido. Spanish. Graphic designer, Artist)

Etichette:

Condividi

15 Commenti:

Alle 17 maggio 2008 19:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che guardi bene: forse ha messo un pezzo sbagliato.

 
Alle 18 maggio 2008 08:47 , Blogger Gianluca Pistore ha detto...

ciao, sul mio blog, c'è un meme per te, il PREMIO [R]EVOLUTION!!!

www.gianlucapistore.com

 
Alle 22 maggio 2008 19:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

ed è proprio cosi che deve essere...forse un posto lo trovi nel portacenere

 
Alle 23 maggio 2008 08:33 , Blogger vichi ha detto...

Una delle poche storielle di sentore antisemita che conosco (abbastanza datata peraltro) vedeva un tizio umettarsi un dito tra le labbra e poi muoverlo dentro un posacenere ricolmo, come nel gesto di sfogliare un libro.
Un altro tizio gli chiede: "Cosa stai facendo?".
E il primo, di rimando, "sto sfogliando l'album di famiglia!".
Lo scritto di anonimo (3) è davvero il segno di questi nostri tempi amari, in cui gli oppressi e i perseguitati di ieri si sono trasformati nei carnefici di oggi, con la stessa boria e la stessa sicurezza di sé di quelli che li hanno preceduti.
Vichi

 
Alle 23 maggio 2008 16:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

peccato perchè non sono ebreo...
ed al contrario tuo io sono stato nel paese che tu stai sputtanando inneggiando ai terroristi che,essendo molto valorosi nelle loro imprese,si fanno accompagnare da civili che rimangono per il più delle volte uccise.
Forse se avessero accettato una tra le tante soluzioni che gli sono state proposte non ci sarebbe la guerra.

PS:non puoi aprire un sito sul conflitto israelo-palestinese se non conosci la situazione

 
Alle 26 maggio 2008 10:49 , Blogger vichi ha detto...

x anonimo (5); e sarei io che non conosco la situazione?!
Ma se quello che scrivi è il solito pastrocchio, assolutamente generico, della più becera propaganda sionista!

 
Alle 26 maggio 2008 15:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

ah no? e dimmi quante volte sei stato in israele a vedere con i tuoi occhi e non con quelli dei telegiornali italiani (che mostrano sempre e solo il solito bambino palestinese agonizzante per terra) la reale situazioni. Magari se spendi un po' di tempo ed un po' di soldi per andarci prova ad andare a vedere come soffrono le famiglie che hanno perso un parente durante un attacco terroristico. Prova a vedere gli arti sparsi in qualsiasi luogo che abbia subito un attacco. Prova a vedere un paese che combatte per la propria libertà al contrario di altri che vogliono solamente distruggere un pezzo di terra.
Mi dispiace che l'Italia sia piena di ignoranti come te che stando in poltrona credono di poter sapere di un altro stato ma soprattutto di avere la strafottenza di aprire un sito scrivendo stronzate solo per farsi pubblicità.
continua ad informarti grazie al giornalismo filtrato italiano buffone!!

ps: cambia il nome del sito perchè non esiste nessuno stato chiamato "palestina"

 
Alle 26 maggio 2008 16:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi inizia la guerra deve pur accettare le conseguenze! israele che sta occupando la palestina non il contrario. scemo!
LONG LIVE PALESTINE,,,
FREE PALESTINE!

salma

 
Alle 26 maggio 2008 17:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ti voglio dare una piccola lezioncina di storia...
Il termine "Siria Palestina" fu dato dai romani alla GIUDEA dopo la distruzione del maestoso tempio di Erode. Ora mi spieghi perchè con tanto tempo a disposizione(più di un millennio) i cosiddetti Palestinesi non hanno creato uno stato su quella terra?(tanto ormai gli ebrei erano fuori dai coglioni perchè perseguitati dai Romani)Come mai adesso tutto questo interesse per quella terra ora che gli ebrei sono tornati a prendere ciò che gli spetta di diritto?

ps:ti ripeto ciò che ho scritto al signor Vichi:LA PALESTINA NON ESISTE!!!studia un po' di storia prima di sparare stronzate a tutto spiano

 
Alle 26 maggio 2008 18:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

LONG LIVE PALESTINE AND PALESTINIANS!

SALMA

 
Alle 27 maggio 2008 01:34 , Blogger vichi ha detto...

Per anonimo (7-9): caro mio, non basta offendere o scrivere in maiuscolo per avere ragione.
Certo, ci vuole un bel coraggio a parlare di televisione e di media "schierati" con la causa palestinese quando la lobby ebraica dell'informazione impedisce che vengano resi noti alla pubblica opinione i quotidiani crimini di guerra commessi dai macellai di Tsahal.
Oppure ti risulta che Pagliara sia filopalestinese?
E ci vuole un bel coraggio a parlare con uno sprezzo davvero infame e impressionante del "solito bambino palestinese agonizzante" quando una delle ultime "prodezze" dei valorosi soldati israeliani è consistita proprio nel massacro di una madre e di tre dei suoi bambini mentre erano in casa a fare colazione!
In questo blog mai una parola è stata spesa in favore degli attentati terroristici, ma tu lo ricordi quando è che è avvenuto l'ultimo attentato in Israele?
E, nel frattempo, quanti Palestinesi inermi e innocenti sono stati massacrati dal tuo caro Israele?
E come diamine fai (a meno di non esserti bevuto il cervello...) ad affermare che Israele "combatte per la propria libertà!?" Ma di che stiamo parlando?
Certo, la Palestina ancora non esiste come entità statuale, e proprio perchè Israele conduce l'unica occupazione militare diretta (brutale e spietata) che esista al mondo, e si rifiuta di ottemperare alle decine di risoluzioni Onu che imporrebbero il ritiro di Tsahal dai territori occupati e prevedono, appunto, la creazione di uno Stato palestinese (e il ritorno dei profughi, se è per questo...).
Davvero di gente accecata dal fanatismo ne ho conosciuta tanta, ma tu non temi rivali!

 
Alle 27 maggio 2008 14:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

ed ecco la solita espressione rivoltante di stampo bolscevico "Lobby ebraica" mentre in realtà a comandare è la "Lobby araba",basta vedere un qualsiasi telegiornale italiano o leggere un qualsiasi quotidiano per accorgersi che tutti i missili kassam che atterrano soprattutto a Sderot ma anche in altre città non vengono mai menzionati e denunciati.
A dir la verità me lo ricordo quando è avvenuto l'ultimo attentato ed è stato proprio a Gerusalemme quando un folle omicida
palestinese è entrato dentro ad un luogo di studio ebraico e con un kalashnikov ha fatto fuori dei ragazzi ebrei innocenti mentre stavano studiando.Poveri questi inermi ed innocenti palestinesi!!!
Questi sono sintomi di un europa malata che si inginocchia al fanatismo religioso e al terrorismo.

ps: ti ripropongo il viaggio in Israele(ogni tanto fa bene spostare il proprio culo dalla poltrona per vedere come è fatto il mondo)

 
Alle 28 maggio 2008 10:44 , Blogger vichi ha detto...

Ecco, bravo, allora le cose te le ricordi.
Il 6 marzo, nella yeshiva Mercaz Harav morirono 8 studenti e 9 furono feriti, in un attentato che, giustamente, è stato unanimemente condannato.
Ma ricorderai anche che, a cavallo tra il febbraio e i primi di marzo, i macellai di Tsahal nel corso dell'operazione Warm Winter avevano ucciso 107 Palestinesi (tra cui 27 bambini) e ne avevano feriti oltre 200.
Ricorderai anche, e se non lo ricordi basta andare a guardare le statistiche, che nei soli mesi di marzo e aprile di quest'anno, gli Israeliani hanno ucciso ben 186 Palestinesi, di cui circa il 60% civili che non partecipavano ai combattimenti.
Condannare il terrorismo è doveroso, purchè si abbia l'onestà intellettuale di condannare parimenti le uccisioni indiscriminate e i crimini di guerra commessi dall'esercito israeliano.
Per il resto, il mondo non è Israele (per fortuna, aggiungerei!).
Anzi, vorrei ricordarti che, in occasione dell'ultima rilevazione statistica in questo senso, Israele si è classificato penultimo nella classifica dei Paesi ritenuti più pericolosi per la pace nel mondo, preceduto solo dall'Iran di Ahmadinejad.
Un ottimo risultato, complimenti!

 
Alle 28 maggio 2008 17:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

vedo che la disinformazione persiste.E' vero che israele abbia ucciso molti civili palestinesi ma se tu avessi fatto caso ai singoli giorni dell'operazione inverno caldo avresti notato che i civili morivano sempre accoppiati a qualche terrorista di Hamas. Sorge spontaneo il dubbio: Forse non erano un po' troppo vicini ai terroristi. E pensare che tutto questo non sarebbe successo se Hamas non avesse rifiutato le due risoluzioni ONU che gli sono state proposte ossia:riconoscimento dello stato d'Israele e cessazione delle attività ostili.Ma invece no,non ha bloccato nemmeno per un attimo il lancio dei qassam su sderot nè quello dei grad su ashqelon. E dopo l'incursione israeliana ha festeggiato la vittoria nonostante avessero perso la vita dei civili palestinesi.Ad Hamas importa molto dei suoi civili non credi?
A proposito Israele si è classificato secondo nel sondaggio grazie alla lobby araba che c'è in europa con la Francia che conta milioni di musulmani nel suo paese,L'Italia con quel viscido verme di D'alema a cui bastava dire reazione esagerata non appena Israele reagiva ad attacchi terroristici oppure la Spagna di Zapatero che te lo dico a fare.E' molta la disinformazione e tu ne sei la prova. ti consiglio una buona lettura "Eurabia di Bat Yeor" .Con questo chiudo la discussione perchè per me è rivoltante aprire un blog cosi vergognoso solo per dare una risposta ad un ignorante filopalestinese piegato al fanatismo religioso arabo come te.

 
Alle 29 maggio 2008 02:15 , Blogger vichi ha detto...

Il fatto che tu chiuda la "discussione" mi lascia davvero costernato, saprò comunque farmene una ragione.
Del resto è colpa mia, chiedere onestà intellettuale ad un filosionista imbevuto di fanatismo e di becera propaganda è davvero un errore: ad impossibilia nemo tenetur!
Di altri atroci crimini del passato ci si giutificava dicendo "non sapevamo", ed è davvero triste constatare che tanta gente non solo conosce, ma addirittura approva con entusiasmo i peggiori crimini e le brutalità commesse dai macellai di Tsahal nei territori palestinesi.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page