6 maggio 2008

Aggiornamento campagna "Gaza vivrà" (3)

GAZA VIVRA’
Campagna per la fine di un embargo genocida

info@gazavive.com
http://www.gazavive.com/

Oltre 800 persone a Genova, 600 persone a Vicenza, una piena riuscita di tutte le altre tappe del tour della delegazione di Gaza.
Un calore ed un entusiasmo straordinario a sostegno della lotta di resistenza del popolo palestinese e di Gaza in particolare.
Questi numeri rappresentano un grande fatto politico, un notevole salto di qualità nel lavoro di sostegno della causa palestinese. Questi numeri – frutto della mobilitazione della comunità araba e musulmana del nostro paese – ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta. La strada è quella dell’unità della parte migliore della società italiana, quella che ancora crede nei valori di uguaglianza, libertà e fratellanza con le comunità immigrate che, respingendo la paura in cui il potere vorrebbe confinarle, possono dare oggi un contributo fondamentale alla lotta di liberazione dei popoli.
Continuiamo così!

Questo bollettino contiene:
1. Sabato 10 a Torino ASSEMBLEA PER LA FINE DELL’EMBARGO
2. SEMPRE IL 10 MAGGIO A TORINO
3. GAZA VIVRA’ – Continua il tour italiano della delegazione del Popular Committee Against Siege di Gaza

LA PAROLA A GAZA
Assemblea per la fine dell’embargo
Torino, sabato 10 maggio

- Per ascoltare la voce di chi vive quotidianamente l’oppressione
- Per conoscere la situazione nella Striscia, vero lager del XXI secolo
- Per capire le ragioni della resistenza palestinese
- Per condannare il golpe attuato contro i legittimi vincitori delle elezioni del gennaio 2006
- Per continuare la lotta contro l’embargo genocida

Per tutti questi motivi, per ricordare il 60° anniversario della Nakba, per protestare contro la Fiera Internazionale del Libro dedicata ad Israele ci ritroveremo a Torino sabato 10 maggio.
Aderiamo a tutte le iniziative di protesta contro la Fiera del Libro, ma vogliamo mettere la situazione di Gaza al centro della mobilitazione.
L’embargo, il lento genocidio che si sta consumando, è infatti il più grande atto di accusa sia nei confronti dello stato sionista che di chi in Italia sottolinea ogni giorno il proprio integrale sostegno ai criminali israeliani.
Chi ha voluto dedicare ad Israele la Fiera ha compiuto una chiara operazione politica ed ideologica. Rovesciamogliela contro partendo dalla denuncia dei crimini che questo stato sta compiendo.
Iniziamo a rispondere da Torino – città gemellata con Gaza – ad una politica sorda verso gli oppressi e servile con gli oppressori.

TORINO
Sabato 10 maggio – ore 10-14
Centro Italo Arabo Dar al Hikma
Via Fiocchetto 15
(zona Porta Palazzo)

ASSEMBLEA - MANIFESTAZIONE

Interverranno:
Gamal Elkoudary, parlamentare palestinese e presidente del Comitato contro l’assedio di Gaza
Giulietto Chiesa, giornalista e parlamentare europeo
Gianni Vattimo, filosofo

Presiedono Leonardo Mazzei e Angela Lano

Interverranno inoltre:

Ugo Giannangeli – Gaza Vivrà
Mohammad Hannoun – ABSPP (Associazione Benefica di Solidarietà con il Popolo Palestinese)
Alberto Tradardi – ISM Italia (International Solidarity Movement – Italia)
Maria Grazia Ardizzone – Campo Antimperialista
Un rappresentante della Comunità Islamica
Vainer Burani – Giuristi Democratici

Nel corso dell’assemblea è previsto un collegamento con Gaza, con l’intervento di un esponente del governo palestinese.

Promuovono:
Comitato Gaza Vivrà
Abspp – Associazione Benefica di Solidarietà con il Popolo Palestinese

Aderiscono:
Soccorso Popolare, Padova – Fondazione Luigi Cipriani – Campo Antimperialista – ISM Italia (International Solidarity Movement – Italia) - Collettivo Iqbal Masih, Lecce – Associazione Juthur – Laboratorio Marxista – Associazione Zaatar - Antonia Sani, presidente WILPF (Women’s Intern. League for Peace and Freedom) – Legittima Difesa – Lupo, Osimo (AN) – Gp Caav (Gruppo promotore Coord. Antimperialista Antifascista Alto Vicentino)


Sempre il 10 maggio a Torino

Il Comitato Gaza Vivrà aderisce e partecipa al corteo che prenderà il via alle ore 15 da Corso Marconi (angolo Madama Cristina).

Alle ore 21, sempre presso il Centro Italo Arabo Dar al Hikma, andrà in scena lo spettacolo “Ingannati” del gruppo teatrale Narramondo, tratto da “Uomini sotto il sole” di Ghassan Kanafani.
Per la scheda completa leggi
http://www.narramondo.it/scheda_ingannati.html

GAZA VIVRA’
Continua il tour italiano della delegazione del Popular Committee Against Siege di Gaza

Si sono già tenuti i primi sei incontri con la delegazione proveniente da Gaza.
Gamal Elkoudary e Sameh Habeeb hanno trovato ovunque grande interesse ed una notevole partecipazione sia numerica che politica. In alcuni casi (vedi sopra) la partecipazione è stata assolutamente straordinaria.
Continuiamo così!

Calendario dei prossimi incontri:

- Martedì 6 maggio – ore 21 - FIRENZE, Sala Est-Ovest della Provincia, via dé Ginori 12

- Mercoledì 7 maggio – ore 19,30 - REGGIO EMILIA, presso la Moschea

- Mercoledì 7 maggio – ore 21,30 – REGGIO EMILIA, Centro Sociale AQ 16, via F.lli Manfredi 14

- Giovedì 8 maggio – ore 21 – BOLOGNA, Circolo culturale Iqbal Masih, via della Barca 24/3

- Venerdì 9 maggio – ore 13 – MILANO, Incontro con la Comunità islamica

- Sabato 10 maggio – ore 10 – TORINO, Centro Italo Arabo Dar al Hikma, via Fiocchetto 15

- Lunedì 12 maggio – ore 21 – MILANO, Sala da confermare

- Martedì 13 maggio – ore 21 – CASALE MONFERRATO (AL), Salone Anffas, via Leardi 8

- Venerdì 16 maggio – ore 21 – PADOVA, Sala comunale “Pertini”, quartiere Mortise

- Sabato 17 maggio – ore 18 – OSIMO (AN), Sala Astea, via Guazzatore 20

- Lunedì 19 maggio – LECCE

- Mercoledì 21 maggio – TARANTO

- Venerdì 23 maggio - NAPOLI

(aggiornamento al 5 maggio 2008)

Etichette: , ,

Condividi

3 Commenti:

Alle 8 maggio 2008 00:54 , Blogger vichi ha detto...

Importante aggiornamento: all'assemblea di Torino del 10 maggio parteciperà anche Ismail Haniyeh, in diretta da Gaza.
Un motivo in più per esserci!

 
Alle 8 maggio 2008 12:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

il 15 di maggio israel festeggia il suo 60 anni di liberazione e noi palestinese piangiamo i nosrti morti, e l'america e l'europpa cosa fanno!??!?! appoggiano l'israele ..che vergogna.. purtroppo nessuno guarda bene la realta e i crimini di israele,e poi dicono che noi siamo terroristi!!!!
saluti da una ragazza palestinese,,
il tuo blog è molto interessante e grazie per il tuo appoggio al popolo palestinese..ciao

 
Alle 8 maggio 2008 15:16 , Blogger vichi ha detto...

Grazie a te, cara ragazza palestinese, per le tue parole tristi ma pacate.
Che mi danno l'occasione, ripensando al discorso di Napolitano oggi alla Fiera del Libro di Torino, che nessuno vuole mettere in discussione l'esistenza dello Stato di Israele, nessuno vuole ributtare gli ebrei in mare.
Si vorrebbe soltanto, lungi da ogni pregiudizio antisemita o magari antiamericano, che anche ai Palestinesi venga riconosciuta la pienezza dei diritti umani inalienabili e che essi ottengano la realizzazione delle legittime aspirazioni nazionali.
Si vorrebbe soltanto che questo popolo fosse finalmente difeso dalla comunità internazionale, e non lasciato al macello condotto dai lanzichenecchi di Tsahal.
Si vorrebbe soltanto che cessasse quella terribile e spietata punizione collettiva a danno dei Palestinesi di Gaza, un orrore e una vergogna per il mondo intero che assiste senza far nulla.
E' chiedere troppo?
Si fotta la cultura israeliana, si fotta Yehoshua, e si fotta pure la classe politica italiana così meschina, cinica e opportunista.
Qua, mentre si festeggia il "compleanno" di Israele e si espongono tanti bei libri, c'è gente che muore - di fame, di malattie o di pallottole - c'è gente che non ha più nemmeno acqua potabile a disposizione, c'è gente che sguazza nei propri liquami.
Davvero è così difficile capire perchè c'è tanto odio nel mondo, non soltanto arabo, contro Israele?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page