11 maggio 2011

Il Convoglio Restiamo Umani in partenza per Gaza

Ieri si è svolta a Roma la conferenza stampa di presentazione del CO.R.UM. - Convoglio Restiamo Umani - un gruppo di una ottantina di persone, in maggioranza italiani, che in nome e nel ricordo di Vittorio Arrigoni si riuniranno al Cairo per poi entrare il 12 maggio nella Striscia di Gaza attraverso il valico di Rafah, per restarvi fino al 17 maggio.

Nelle parole di Manolo Luppichini, giornalista e video maker che farà parte della delegazione, "la morte di Vittorio Arrigoni ci ha stravolto, da questo è nata l'esigenza di confrontarsi, organizzarsi e trovare una forma di reazione al dolore. Quello che sta partendo è un convoglio non umanitario, ma umano, che entrerà nella Striscia di Gaza per dire alla popolazione palestinese: noi ci siamo".

I partecipanti all'iniziativa saranno presenti nella Striscia di Gaza anche il 15 maggio, data in cui insieme al trigesimo della morte di Vittorio Arrigoni si celebrerà la ricorrenza della Nakba, la "catastrofe" palestinese legata alla nascita dello Stato di Israele e alla pulizia etnica che l'ha accompagnata.

"Lo faremo per costruire e consolidare relazioni con gruppi, associazioni e persone che hanno collaborato con Vik negli ultimi anni - spiegano alcuni organizzatori del convoglio - ascolteremo le loro voci per imparare ad essere, laddove è necessario, di sincero aiuto". L'obiettivo dell'iniziativa è, insomma, vedere ciò che Vittorio vedeva e voleva che anche gli altri vedessero.

I componenti della delegazione, nel corso della loro permanenza nella Striscia, parteciperanno a incontri con gli studenti e a visite negli ospedali e presso le organizzazioni che forniscono assistenza alla popolazione, e accompagneranno i pescatori di Gaza e i contadini che devono recarsi nella zona-cuscinetto imposta arbitrariamente dagli Israeliani per coltivare la loro terra.

Naturalmente parteciperanno alle celebrazioni del 15 maggio, che saranno "un ricordo di Vittorio, ma anche una festa per un popolo che sta finalmente riprendendo la propria voce".

Etichette: , ,

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page