13 marzo 2012

Gaza chiama ... e Jasmine ci mette la faccia!

Questo appello è stato pubblicato su Facebook da "JASMINE REVOLUTION coming soon from arabic lands" ieri alle ore 17:30

Gaza chiama a raccolta donne e uomini di buona volontà

L'8 marzo 2012 viene assassinato Zakarya Abu Iram, un ragazzo palestinese di 15 anni. Così Israele ha inaugurato la nuova serie di attacchi missilistici sulla Striscia di Gaza, uccidendo ormai 25 persone. L'attacco è ancora in corso. Noi ci opponiamo al silenzio della comunità internazionale asservita al potere sionista, con la complicità dei mezzi d'informazione che non comunicano, e se lo fanno sconvolgono drasticamente la realtà dei fatti con metodi degni dei peggiori regimi. 

Quello che sta succedendo a Gaza in questi ultimi due giorni non è solo un attacco: è la perpetrazione del genocidio contro bambini e civili, un nuovo crimine commesso dallo stato di apartheid di "Israele".

Noi non resteremo in silenzio ancora una volta. Non saremo complici di questo vile massacro. Non saremo complici del silenzio omertoso dei media e dell'intera comunità internazionale, perchè crediamo fermamente che il silenzio uccide più di Israele. 

Per questo chiediamo ai singoli, alle madri, ai giovani, ai bambini, agli studenti, ai mariti, ai padri, ai credenti, agli atei, agli agnostici, a tutti di occupare silenziosamente e pacificamente le strade e le piazze per esprimere il nostro dissenso alla politica sionista e la nostra solidarietà al Popolo Palestinese.

Ieri 11 marzo i membri romani di Jasmine Revolution spontaneamente sono usciti di casa e si sono diretti verso l'ambasciata israeliana a Roma. Solo in 14 siamo arrivati davanti al palazzo più protetto della nostra nazione. La polizia era in numero esponenziale superiore a noi. 

Ora Gaza chiama per il 30 marzo e chiede a tutti di protestare davanti alle ambasciate sioniste. Noi vogliamo aderire, non vogliamo primi posti, non vogliamo essere protagonisti di nulla, quindi chiediamo a tutti di aderire alla chiamata di Gaza. 

In questo momento Gaza è la nostra urgenza.

Il 30 marzo coincide con la Giornata della Terra in Palestina, sappiamo che a Roma ci sono altre iniziative in calendario. Troviamo un punto d'accordo e insieme marciamo verso l'ambasciata sionista. Solo così riusciremo a sensibilizzare i media e a creare attenzione sulla Palestina. 

Jasmine Revolution c'è!

contatti: jasminerevolutionitalia@gmail.com 


Etichette: , ,

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page