martedì, agosto 20, 2013

Il Muro israeliano e la finzione della sicurezza



Secondo la propaganda degli amici di Israele (che purtroppo sembrano aver infiltrato anche Wikipedia), il Muro di "sicurezza" israeliano avrebbe come unico scopo quello di impedire l'infiltrazione in Israele dei "terroristi" palestinesi, diminuendo così drasticamente la possibilità di nuovi attentati. 

Ma se gli attentati si sono, come è in effetti, azzerati, questo è stato dovuto al cambio di strategia delle organizzazioni palestinesi e alla collaborazione in tema di sicurezza tra Israele e l'ANP, non certo perchè il Muro sia invalicabile.

E questa circostanza la mostra di tutta evidenza il video qui sopra, in cui si vedono alcuni Palestinesi che entrano illegalmente in Israele semplicemente correndo e sfruttando un buco nella recinzione. Solo che vanno a cercare un lavoro, non a commettere attentati...
  
E anche laddove il Muro si presenta non come semplice recinzione, ma come manufatto in cemento armato, è persino possibile scavalcarlo, come mostrano le foto qui sotto.

Il che ci porta a capire che quella della "sicurezza" è una scusa quasi banale: del resto, se quello fosse stato davvero il suo scopo, Israele il Muro avrebbe potuto costruirlo lungo il confine pre-1967 (la cd. green line).

E invece il Muro, attualmente, corre per ben l'85% del suo tracciato all'interno della Cisgiordania, sottraendo alla popolazione palestinese un ulteriore 10% di territorio e mantenendo al sicuro dalla parte israeliana oltre l'85% dei coloni illegalmente stanziati in terra palestinese (cfr. OCHA - The humanitarian impact of the Barrier, luglio 2013).

Ed è questo, infatti, il suo scopo reale. 




Etichette: , , ,

Condividi

5 Commenti:

Alle 20 agosto 2013 14:37 , Anonymous Luca ha detto...

il muro è un vergogna, nessuno lo dice ma è uno schifo. girando su web ho trovato questo magari vi interessa http://ceciliarasile.com/2013/08/11/354/

 
Alle 16 ottobre 2013 03:00 , Anonymous Edelweiss ha detto...

Mi chiamo Edelweiss,
questo muro non e' meglio dei campi di concentramento di Hitler e dell'olocausto. Fa proprio schifo e' una vergogna e quello che e' ancora piu' vergognoso sono tutte le nazioni e le popolazioni che non reagiscono e chiudono gli occhi. Fa proprio vomitare
Edelweiss

 
Alle 16 ottobre 2013 13:13 , Blogger vichi ha detto...

Hai ragione, è davvero una vergogna, per me ancora adesso inspiegabile...

 
Alle 06 luglio 2014 17:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

una vergogna quello che dite il muro e sicurezza non ha niente che vedere con hitler e il male che fate agli ebrei

 
Alle 10 luglio 2014 17:28 , Blogger vichi ha detto...

"il male che fate agli ebrei", questa si che è forte! Chi è che fa male agli ebrei, io, chi commenta in questo blog, chi racconta la verità sui crimini e le violazioni dei diritti umani dei palestinesi quotidianamente operati da israele? Suvvia, se fosse davvero per la sicurezza israele il muro lo avrebbe costruito in casa propria, non in quella dei palestinesi, non credi?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page