21 novembre 2006

Una iniziativa a favore dei bambini palestinesi.

"Quando prendi la mano di un bimbo e lo avvicini ad uno strumento musicale, riconosci il diritto di ogni bambino a divertirsi, ad applicarsi in giochi e attività ricreative proprie della sua età, e a partecipare liberamente alla vita culturale e artistica".
Al Kamandjati (“il violinista”) è un’associazione no-profit francese creata nell’ottobre 2002 dal musicista palestinese Ramzi Aburedwan, cresciuto nel campo profughi di Al Amari, vicino a Ramallah, e diplomatosi presso il conservatorio di Angers, in Francia.
Scopo dell’associazione è quello di istituire scuole di musica destinate ai bambini palestinesi, in particolare per quelli che vivono in condizioni più disagiate, vale a dire i bambini dei campi profughi.
Al Kamandjati attualmente opera in numerosi campi profughi di Gaza, del West Bank e del Libano meridionale, in collaborazione con le istituzioni culturali locali e con varie ong palestinesi ed internazionali.
Qui di seguito riporto due appelli di questa benemerita associazione, uno relativo all’attività di raccolta di strumenti musicali e materiali didattici da destinare all’attività sociale, l’altro concernente una proposta di collaborazione con Al Kamandjati, diretta ad insegnanti di musica.
Resta inteso che, chi lo desidera, potrà sostenere finanziariamente l’associazione tramite il sito web della stessa (http://www.alkamandjati.com/).
Non facciamoci pregare!

1) A tutti gli amici, presenti e futuri, della Scuola di Musica Al Kamandjâti di Ramallah,
le attività proseguono incessantemente all'interno dei campi della Cisgiordania, di Gaza e del Libano.
Solo nell'ultimo anno 400 nuovi bambini si sono iscritti ai corsi gratuiti che insegnanti palestinesi e di varie nazionalità offrono loro.
Vicino alla sede di Ramallah sono stati concessi ad Al Kamandjâti due nuovi locali, dove si tengono le nostre lezioni e dove si stanno svolgendo attività di formazione di liutai che possano aiutare l'associazione a rimettere a punto gli strumenti che sono stati donati e possano contribuire alla loro conservazione.
Per continuare e sviluppare le nostre attività di formazione, continuiamo la raccolta di strumenti, che come avrete capito sono la base su cui costruire le iniziative di insegnamento gratuite.
Strumenti a corda e a fiato sono particolarmente preferibili, visto che la maggior parte degli insegnanti si sono formati con essi. Ma ovviamente non ci sono limitazioni in questo senso. Sono necessari inoltre spartiti, manuali di musica, CD e DVD musicali.
Vi sono diversi punti di raccolta coordinati dall’Università di Siena che, insieme all’associazione Prima Materia, si occupa di molte delle iniziative di supporto ad Al Kamandjâti in Italia. Singoli o istituzioni che desiderassero donare strumenti musicali nuovi o usati e materiale didattico (spartiti, leggii...), possono spedirli agli indirizzi indicati di seguito (le spese di spedizione sono a carico del donatore a cui è richiesto di inserire i propri dati anagrafici e l'indirizzo e-mail o il numero di telefono, affinché Al Kamandjâti possa informare direttamente i donatori sulla destinazione degli strumenti).
La raccolta andrà avanti fino al maggio 2007, quando tutti gli strumenti saranno spediti all'interno di un container. Vi saremmo grati se poteste diffondere il nostro progetto a tutti i vostri contatti, in particolare a scuole di musica e istituzioni musicali italiane che vogliano inviare musicisti in qualità di insegnanti all'interno dei workshops e dei corsi attivati da Al Kamandjâti, o che comunque siano interessate a stabilire contatti e rapporti di collaborazione.
Per l’anno 2006/2007 Al Kamandjâti cerca soprattutto nuovi professori di: Flauto traverso, Violino, Chitarra, Arpa, Percussioni occidentali, Pianoforte. Dettagli sull’offerta di lavoro sono disponibili sul sito www.alkamandjati.com o agli indirizzi e-mail che seguono.
Per tutti questi motivi vi preghiamo di diffondere questo messaggio il più possibile,
Cordiali Saluti,
Nicola Perugini e Marco Dinoi

Punti di raccolta di strumenti nuovi e usati:
§ Siena: Università degli Studi di Siena,
Facoltà di Lettere, via Roma 47, 53100 - Siena (all’att. di Marco Dinoi)
§ Milano: Lorenzo Rossi, Accordi - via Maddalena 20122; tel.: 334 6004157
§ Firenze: Paolo Sorgentone - Via Montebello 70 rosso, tel.: 055 287363
§ Arezzo: Marco Anedda - Via dell’ospedale, 6 Monterchi; tel.: 349 1456018
§ Napoli: Jens Norskov - Via Pasquale Scura, 45; tel.: 081 5513293
§ Roma: Punto Erbe - Via Illiria 16, 00183, Roma; tel.: 06 7008133 il.erbe@libero.it (Claudia e Alessandro).
Info Italia (sulla raccolta strumenti e le altre iniziative):tel.: 340 2798565
dinoi@unisi.it
Musicaperlapalestina@libero.it
Contatti Palestina-FranciaCeline: alkamandjati@yahoo.fr (risponde in francese e in inglese)http://www.alkamandjati.com/


2) Insegnare con Al Kamandjâti

L’associazione Al Kamandjâti, fondata nel 2002, ha come obiettivo la diffusione della musica nei campi di rifugiati palestinesi.(Informazioni: http://www.alkamandjati.com/)

Per l’anno 2006/2007 l’associazione Al Kamandjâti cerca nuovi professori di:

Flauto traverso, Violino, Chitarra, Arpa, Percussioni occidentali, Pianoforte

Descrizione degli impegni lavorativi:
- Orario di lavoro: 22 ore di lavoro settimanale (indicativo)
- Salario: 600 euro al mese (indicativo)
- Luogo: Territori palestinesi :
§ Centro Al Kamandjâti (Ramallah)
§ Locali dei partners dell’associazione
- Date: A partire da settembre 2006 - il musicista che sarà responsabile del workshop potrà stabilire con Al Kamandjâti la durata dello stesso: vi è la possibilità di organizzare seminari brevi e intensivi (durata due o tre settimane) o corsi più lunghi fino a tre mesi.

Formazione richiesta:
- Titolari di un diploma di Conservatorio riconosciuto a livello nazionale che abiliti all’insegnamento.

Informazioni supplementari:
- Biglietto aereo andata e ritorno: a carico dell’associazione
- Alloggio: a carico dell’associazione
- Spese di vita in loco: a carico del professore


Informazioni e contatti (in lingua inglese o francese)

Associazione Al Kamandjâti

Tel : 0033 06 32 90 57 71
Mail : alkamandjati@yahoo.fr
Contatti italiani:
Nicola Perugini: 338 4005751 - niper26@libero.it
Marco Dinoi: 340 2798565 - dinoi@unisi.it

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page