11 dicembre 2007

Operazione di routine.


L'incursione dei soldati dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza, svoltasi stamattina con l'appoggio di 10 carri armati (30 secondo fonti palestinesi) e vari veicoli corazzati, nonché con la copertura aerea della IAF, si è chiusa con un bilancio di 8 militanti palestinesi uccisi e di 4 soldati israeliani lievemente feriti.

I mezzi blindati di Tsahal sono penetrati all'altezza del valico di Sufa e si sono spinti all'interno della Striscia per circa due chilometri.

Si tratta delle operazioni preliminari alla massiccia incursione a Gaza di cui da giorni si parla in Israele?

Macché, secondo una portavoce dell'Idf si è trattato di una semplice "operazione di routine".

Operazione di routine che si è svolta il giorno successivo alle strombazzate dichiarazioni del premier israeliano Olmert, il quale si è detto pronto ad aprire uno "storico percorso" verso la pace con i Palestinesi.

Ora, le cose sono due: o Olmert e i comandi militari non si parlano, oppure stamattina Tsahal ha preso per "sbaglio" un percorso diverso.

Etichette: , , ,

Condividi

2 Commenti:

Alle 19 dicembre 2007 17:54 , Anonymous Peruzz ha detto...

Posto questo documento che dimostra come Israele non si svegli la mattina e colpisca i "poveri" e "innocenti" terroristi palestinesi.
Da Gaza quest'anno sono stati lanciati 2000 razzi.
Nel 2006 erano "solo" 1100.
Nel 2007 un razzo ogni 4 ore.
Però Israele non deve rispondere secondo te? MA SVEGLIATI! Guarda il mondo in modo oggettivo. Israele si è ritirato da Gaza ed è finita in mano ad Hamas che lancia razzi. Se pensi e presenti la questione in modo così stupidamente unilaterale non si arriverà mai alla pace. VERGOGNATI.

 
Alle 20 dicembre 2007 12:24 , Blogger vichi ha detto...

A volte il fanatismo e l'odio razziale accecano in maniera davvero sbalorditiva, tanto da far giungere persone - si presume di normale intelligenza - a sovvertire completamente la realtà.
Israele si è ritirata da Gaza? Si, certo, però ne continua a controllare i confini, lo spazio aereo, gli accessi marittimi, financo il registro dello stato civile!
E, soprattutto, continua a porre in essere un immorale assedio che impedisce il flusso di persone e beni, anche di prima necessità e inclusi i farmaci e attrezzature mediche.
Per ragioni di "sicurezza" rimangono bloccati i malati gravi, gli studenti, persino l'orchestra di Barenboim!
Da Gaza sono stati lanciati, al 30 novembre, 1204 Qassam, che hanno provocato 2 (due!) morti e 96 feriti, ivi inclusi, e sono la maggioranza, i feriti leggeri e quelli trattati per shock.
A Gaza, per tutta risposta, gli assassini di Tsahal hanno trucidato 253 (duecentocinquantatre!) Palestinesi (su un totale di 340 negli Opt) e ne hanno feriti 579 (su un totale di oltre 1.700).
C'è una bella differenza, non trovi?
Certo che così non si arriverà mai alla pace, almeno fino a quando ci sarà gente fanatica come te che riesce a giustificare persino crimini orrendi come quelli commessi da Israele.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page