30 giugno 2009

Vignetta: da quale pulpito...


Condividi

2 Commenti:

Alle 30 giugno 2009 15:17 , Anonymous Andrea ha detto...

Vichi, vorrei che Neda mi ascoltasse, vorrei dirle di non farsi commuovere dalle lacrime di tanta gente e dai palloncini verdi che i sindacati hanno lanciato in aria nel cielo di Milano. Sono degli ipocriti, sono da sempre dalla parte dei Ahmadinejad e anche di Mussavi, fascista e assassino di tanti bambini iraniani.
Neda, sei morta per niente e oggi gli stessi che fanno bella figura prendendoti a icona della liberta’ sono quelli che hanno assistito freddi e impassibili allo spettacolo di decine di autobus esplosi e fumanti pieni di cadaveri di ebrei israeliani.
Non fidarti di loro Neda, sono gli stessi che andavano a prostarsi ai piedi di Arafat, fratello di quelli che ti hanno ammazzato e lo baciavano e , al suo fianco, maledivano Israele.
Lascia che facciano le loro sceneggiate e che parlino di democrazia , loro non sanno cosa sia la democrazia, loro non hanno mai detto una sola parola sulle donne penzolanti dalle forche del tuo paese. Non hanno mai protestato contro Ahmadinejad, anzi, lo ammirano e quando gli israeliani avvisano l’Europa della criminalita’ del tuo presidente, ridono di loro.
Quando lui, ogni giorno giura che Israele sara’ spazzato via loro, quelli che piagnucolano per te, Neda, dicono “Ehhh quante storie, sti ebrei!”
Questi giorni gli ipocriti raccolgono firme, gonfiano palloncini verdi, si sentono tanti Robin Hood, la’ sicuri a Milano o in altre citta’ di quella povera tremebonda, vigliacca Europa.
Non fidarti, Neda. Hai visto per caso una sola bandiera arcobaleno sventolare contro gli ayatollah?
Li hai sentiti urlare contro Ahmadinejad? Contro Khamenei? Contro Rafsanjani?
Non fidarti.
Chi non ha mai protestato contro il terrorismo palestinese non ha coscienza.
Non fidarti.

Tu sei stata uccisa a 16 anni, Neda.
Gilad a 19 anni e’ stato preso e gettato da qualche parte, sparito, scomparso, il silenzio lo ha inghiottito e nessuno si interessa a lui, nessuno degli ipocriti che piange per te ha speso mezza parola per Gilad, nessuno delle organizzazioni mondiali che si fanno venire gli svenimenti se Israele dice che gli ebrei vivranno dove vorranno , si e’ mai interessata della sua sorte.
Una vergogna, uno schifo.
Il mondo e’ malato, Neda.
I tuoi assassini avranno la meglio perche’ quelli che piangono ipocritamente per te non avranno mai le palle per ribellarsi.
Il mondo e’ malato, ama le dittature, odia le democrazie.
Il mondo e’ malato, un gruppo di nazisti di Roma, criminali di Militia, ha scritto “«Al fianco del popolo iraniano contro il porco sionista»
Il mondo e’ malato, forse e’ meglio morire che assistere allo scempio.
Non credere Neda, non fidarti e, la’ dove sei, vai a cercare i 100.000 bambini ammazzati da Moussavi e da Khomeini, prendili per mano e non perdonate, non perdonate mai.

 
Alle 30 giugno 2009 19:32 , Blogger arial ha detto...

http://www.haaretz.com/hasen/spages/1096654.html

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page