17 giugno 2010

Chi ha paura di una vera inchiesta sull'assalto alla Freedom Flotilla?

Segnalatomi dall'amica arial, pubblico qui il pezzo in cui Uri Avnery propone le 80 domande che, a suo giudizio, una vera Commissione d'inchiesta sull'assalto alla Freedom Flotilla e sul massacro di nove attivisti turchi imbarcati sulla Mavi Marmara dovrebbe porre alle autorità israeliane (la traduzione è a cura di Mariano Mingarelli).

Dubitiamo fortemente che il simulacro di commissione "indipendente" varato da Israele giusto per salvare la faccia vorrà farle sue.

A difesa di Israele, tuttavia, devo ricordare che, da qualche giorno, anche il coriandolo può essere importato nella Striscia di Gaza!

Uri Avnery’s Column

12.06.2010
http://zope.gush-shalom.org/home/en/channels/avnery/1276348453

Chi ha paura di una vera inchiesta?
di Uri Avnery

Se fosse stata istituita una Commissione d'inchiesta vera (al posto del patetico aborto di commissione), queste sono alcune delle domande che essa avrebbe dovuto porre:

1 - Qual è il vero scopo del blocco della Striscia di Gaza?

2 - Se l'obiettivo è quello di impedire il flusso di armi nella Striscia, perché vi sono ammessi solo 100 prodotti (rispetto agli oltre 12.000 presenti in un supermercato israeliano di media dimensione)?

3 - Perché è vietato introdurre cioccolato, giocattoli, materiale per scrivere, molti tipi di frutta e verdura (e perché la cannella, ma non il coriandolo)?

4 - Qual è il legame tra la decisione di vietare l'importazione di materiali da costruzione per la sostituzione o la riparazione di migliaia di edifici distrutti o danneggiati durante l'operazione Piombo fuso e il pretesto che essi possano servire per la costruzione dei bunker di Hamas - quando materiali finalizzati a questo scopo vengono introdotti in quantità più che sufficienti nella Striscia attraverso i tunnel?

5 - È vero che lo scopo del blocco consiste nel trasformare in un inferno la vita di 1,5 milioni di esseri umani, nella Striscia, nella speranza di indurli a rovesciare il regime di Hamas?

6 - Poiché questo non è successo, ma - al contrario - Hamas è diventato più forte durante i tre anni del blocco, il governo non ha mai preso in considerazione ripensamenti su questa faccenda?

7 - È stato imposto il blocco nella speranza di liberare Gilad Shalit, il soldato israeliano catturato?

8 - Se è così, ha contribuito in qualche modo il blocco alla realizzazione di questo obiettivo, o è stato controproducente?

9 - Perché il governo israeliano si rifiuta di scambiare Shalit con centinaia di prigionieri palestinesi, quando Hamas è favorevole a un tale accordo?

10 - E 'vero che il governo americano ha imposto un veto sullo scambio di prigionieri, con la motivazione che esso avrebbe rafforzato Hamas?

11 - Vi è stata una qualche discussione nel nostro governo sull’adempimento dell'impegno assunto con l’Accordo di Oslo – consistente nel rendere possibile e favorire lo sviluppo del porto di Gaza – fatto in modo tale da impedire il passaggio delle armi? (il successivo accordo AMA del novembre del 2005, sottoscritto da Israele, prevedeva addirittura che i lavori di costruzione del porto di Gaza "potevano iniziare" e che, del pari, dovevano iniziare le trattative per la costruzione di un aeroporto, n.d.r.).

12 - Perché il governo israeliano dichiara ancora una volta che le acque territoriali della Striscia di Gaza fanno parte delle acque territoriali appartenenti a Israele, e che le navi che vi entrano "violano la sovranità israeliana", contrariamente al fatto che la Striscia di Gaza non è mai stata annessa a Israele e che nel 2006 Israele ha annunciato ufficialmente, che se ne era "separata"?

13 - Perché l'ufficio del Procuratore Generale ha dichiarato che gli attivisti per la pace catturati in alto mare, che non avevano alcuna intenzione di entrare in Israele, avevano "tentato di entrare illegalmente in Israele", e li ha portati davanti a un giudice per l'estensione al loro arresto della legge che riguarda "l'ingresso illegale in Israele"?

14 - Chi è responsabile di queste affermazioni giuridiche contraddittorie, quando il governo israeliano sostiene in un primo momento che Israele si è "separato dalla Striscia di Gaza" e che "l’occupazione della stessa è finita" – mentre nell’istante successivo reclama la sovranità sulle acque prospicienti le coste della Striscia?

15 - Domande relative alla decisione di attaccare la flottiglia: Quando servizi segreti israeliani sono venuti a conoscenza della preparazione di questa flottiglia? (Testimonianze al riguardo possono essere ascoltate a porte chiuse).

16 - Quando tutto ciò è stato portato all'attenzione del Primo Ministro, del Ministro della Difesa, del Gabinetto, del Comitato dei Sette (responsabile delle questioni di sicurezza) e del capo di stato maggiore IDF? (Idem come sopra)

17 - Quali sono state le deliberazioni di tali funzionari e istituzioni? (Idem come sopra)

18 – Quali informazioni sono state fornite a ciascuno di loro? (Idem come sopra)

19 - Quando, da chi e come era stata presa la decisione di fermare la flottiglia con la forza?

20 - E 'vero che il segretario del gabinetto, Tzvi Hauser, ha messo in guardia sulle gravi conseguenze che sarebbero derivate da tali azioni e ha consigliato di lasciare che la flottiglia procedesse fino a Gaza?

21 - Ci sono stati anche altri che hanno suggerito di farlo?

22 - Il Ministero degli Esteri é stato un partner a pieno titolo in tutte le discussioni?

23 - Se è così, ha il Ministero degli Esteri messo sull’avviso circa l’impatto che una tale iniziativa avrebbe prodotto sulle nostre relazioni con la Turchia e gli altri paesi?

24 - Alla luce del fatto che, prima del incidente, il governo turco aveva informato il Ministero degli Esteri israeliano che la flottiglia era stata messa in atto da un organizzazione privata non soggetta al controllo del governo e che essa non violava alcuna legge Turca - ha il Ministro degli Esteri preso in considerazione l’opportunità di contattare l’organizzazione per cercare di raggiungere un accordo per scongiurare la violenza?

25 - È stata offerta la dovuta considerazione all'alternativa di fermare la flotta nelle acque territoriali, di ispezionare il carico per verificare la presenza di armi e di lasciarla procedere nella navigazione?

26 - È stato preso in considerazione l'impatto dell’intervento sull'opinione pubblica internazionale?

27 - È stato considerato l'impatto dell’intervento sulle nostre relazioni con gli Stati Uniti?

28 - È stato preso in considerazione il fatto che l'azione potesse in realtà rafforzare Hamas?

29 - È stato preso in considerazione il fatto che l'intervento potesse rendere più difficile il prosieguo del blocco?

30 - Domande concernenti la pianificazione dell'azione: quali informazioni di intelligence erano a disposizione di coloro che elaboravano il piano? (Le testimonianze possono essere ascoltate a porte chiuse.)

31 - È stato ritenuto che la composizione del gruppo degli attivisti presenti in questa flottiglia era diversa da quella delle navi di protesta precedenti, a causa dell'aggiunta della componente turca?

32 - È stato preso in considerazione il fatto che, diversamente dagli attivisti per la pace europei, che credono nella resistenza passiva, gli attivisti turchi avrebbero potuto adottare una politica di resistenza attiva nei confronti di soldati che assalissero una nave turca?

33 - Erano state prese in esame procedure alternative, come il blocco dell’avanzamento della flottiglia con barche della marina?

34 - In caso affermativo, quali erano le alternative prese in considerazione e perché erano state respinte?

35 - Chi è stato responsabile della pianificazione effettiva di tali azioni - il capo di stato maggiore dell’IDF o il comandante della Marina?

36 - Se è stato il comandante della Marina Militare a decidere sul metodo impiegato, la scelta, è stata approvata dal Capo di Stato Maggiore, dal Ministro della Difesa e dal Primo Ministro?

37 - Come sono state suddivise tra costoro le competenze della programmazione?

38 - Perché l’intervento ha avuto luogo fuori delle acque territoriali di Israele e della Striscia di Gaza?

39 - Perché l’intervento è stato eseguito nel buio?

40 - C’è stata una qualche obiezione nella marina sull'idea di far scendere i soldati dagli elicotteri fin sul ponte della nave "Mavi Marmara"?

41 - Nel corso delle discussioni, qualcuno ha richiamato alla memoria la somiglianza tra le operazioni pianificate e le azioni britanniche contro la nave "Exodus 1947", che si erano concluse in un disastro politico per i britannici?

42 - Domande relative all’intervento in se stesso: Se non c’era nulla da nascondere, perché la flottiglia, durante tutta l'operazione, era stata tagliata fuori da ogni contatto con il mondo?

43 - Qualcuno forse protesta che i soldati in realtà siano stati mandati in una trappola?

44 - È stato preso in considerazione il fatto che il piano adottato avrebbe posto i soldati per diversi minuti critici in pericolo di vita per una posizione di inferiorità?

45 - Quando, con esattezza, i soldati hanno cominciano a sparare proiettili veri?

46 - Qual’è il soldato che è stato il primo a far fuoco?

47 - La sparatoria è stata - del tutto o in parte - giustificata?

48 - E 'vero che i soldati hanno cominciato a sparare, ancor prima di scendere sul ponte, come affermano i passeggeri?

49 - E 'vero che il fuoco è proseguito anche dopo che il capitano della nave e gli attivisti avevano più volte annunciato con gli altoparlanti che la nave si era arresa e dopo che avevano effettivamente issato bandiera bianca?

50 - E 'vero che cinque delle nove persone uccise erano state colpite alla schiena, il che indica che esse stavano cercando di fuggire dai soldati e non potevano quindi mettere in pericolo la loro vita?

51 - Perché Bilgen Ibrahim, l’uomo di 61 anni ucciso, padre di sei figli e candidato sindaco nella propria città natale, è stato descritto come un terrorista?

52 - Perché Cetin Topcoglu, l’uomo ucciso di 54 anni, allenatore della nazionale turca di taekwondo (arte marziale coreana), la cui moglie era pure a bordo della nave, è stato descritto come un terrorista?

53 - Perché Cevdet Kiliclar, l’uomo ucciso di 38 anni, di professione giornalista, è stato descritto come un terrorista?

54 - Perché Ali Haydar Bengi, l’uomo ucciso padre di quattro figli, laureato alla facoltà di letteratura dell’università al-Azhar del Cairo, è stato descritto come un terrorista?

55 - Perché Necdet Yaldirim, di 32 anni e padre di una figlia; Fahri Yaldiz, di 43 anni e padre di quattro; Cengiz Songur, di 47 anni e padre di sette; Cengiz Akyuz, di 41 anni e padre di tre , uccisi, sono stati descritti come terroristi?

56 - E’ una menzogna il fatto che gli attivisti hanno preso una pistola a un soldato e gli hanno sparato con quella, come è stato descritto da parte dell'IDF, o la verità è che in realtà gli attivisti hanno gettato la pistola in mare senza utilizzarla?

57 - E 'vero, come dichiarato da Elshayyal Jamal, un cittadino britannico, che i soldati hanno impedito che i feriti turchi venissero medicati per la durata di tre ore, durante le quali alcuni di loro sono morti?

58 - E 'vero, come affermato da questo giornalista, che era stato ammanettato con le mani dietro la schiena e costretto a restare in inginocchio per tre ore sotto il sole cocente, che non gli era stato permesso di andare a urinare e gli era stato detto di “pisciare nelle mutande", che era rimasto ammanettato per 24 ore senza acqua, che il suo passaporto britannico gli era stato preso e non gli era stato restituito; che il suo computer portatile, tre telefoni cellulari e 1500 dollari in contanti gli erano stati presi e non erano stati restituiti?

59 - Ha l’ IDF isolato i passeggeri dal resto del mondo per 48 ore, confiscando tutte le telecamere, i film e telefoni cellulari dei giornalisti a bordo, allo scopo di sopprimere tutte le informazioni che non erano conformi alla versione fornita dall’IDF?

60 - Dato che è una procedura permanente quella di fotografare il primo ministro (o in questo caso il suo rappresentante provvisorio, Moshe Yaalon) durante un'operazione, questa procedura era stata messa in atto, ed era già stata attuata in casi precedenti, come ad esempio nell'operazione di Entebbe o nell'abbordaggio della nave "Karin A"?

61 - Domande relative al comportamento del portavoce dell'IDF: E’ vero che il portavoce dell'IDF ha divulgato una serie di menzogne, durante le prime ore, al fine di giustificare l'azione agli occhi sia degli israeliani che dell'opinione pubblica internazionale?

62 - I pochi minuti di film che sono stati mostrati centinaia di volte alla televisione israeliana, dal primo giorno fino a ora, fanno parte di un pezzo accuratamente modificato, in modo che non si veda ciò che è accaduto poco prima e subito dopo?

63 - Qual è la verità sull'affermazione secondo cui i soldati che erano stati presi dagli attivisti all'interno della nave stavano per essere "linciati", dal momento che le foto mostrano chiaramente che erano rimasti circondati per parecchio tempo da decine di attivisti, senza che venisse fatto loro del male, e che un medico o un infermiere presente tra gli attivisti, li aveva anche medicati?

64 - Che prove ci sono sull'affermazione che l'ONG turca, il cui nome è IHH, ha collegamenti con al-Qaeda?

65 - Su quali basi si era dichiarato più volte che essa era una "organizzazione terroristica", anche se non è stata fornita alcuna prova che confermasse questa affermazione?

66 - Perché si era affermato che l'associazione avesse operato agli ordini del Primo Ministro turco Recep Tayyip Erdogan, quando in effetti essa è vicina a un partito dell’opposizione?

67 - Se essa fosse effettivamente una organizzazione terroristica nota ai servizi segreti israeliani, perché tale fatto non era stato preso in considerazione durante la progettazione dell'operazione?

68 - Perché il governo israeliano non aveva comunicato tutto ciò prima dell'attacco alla flottiglia?

69 - Perché le parole di uno degli attivisti, che al suo ritorno aveva dichiarato che avrebbe voluto essere uno "shahid", erano state tradotte in modo palesemente disonesto dalla propaganda ufficiale, come se avesse detto che avrebbe voluto "uccidere ed essere ucciso" ("shahid", sta a significare una persona che sacrifica la sua vita per testimoniare la sua fede in Dio, proprio come un martire cristiano)?

70 - Qual è la fonte della menzogna secondo la quale i turchi avrebbero gridato ad alta voce"Tornate ad Auschwitz"?

71 - Perché i medici israeliani non sono stati chiamati a informare il pubblico almeno una volta sul carattere delle lesioni dei soldati feriti, dopo che è stato dichiarato che almeno uno di loro era stato colpito?

72 - Chi ha inventato la storia che vi erano le armi sulla nave e che erano state gettate in mare?

73 - Chi ha inventato la storia che gli attivisti avevano portato con se armi letali - quando l’esibizione organizzata dal portavoce stesso dell'IDF non mostrava altro che attrezzi reperibili su qualsiasi nave, tra cui un binocolo, uno strumento per l’infusione di sangue, coltelli e asce, oltre che pugnali decorativi arabi e coltelli da cucina che si trovano su tutte le navi, perfino in una imbarcazione non equipaggiata per 1000 passeggeri?

74 -Tutti questi elementi – associati alla ripetizione all’infinito della parola "terroristi" e al blocco di tutte le informazioni di tipo diverso - non costituiscono forse un lavaggio del cervello?

75 - Domande relative alla inchiesta: Perché il governo israeliano si rifiuta di prendere parte ad una commissione internazionale di inchiesta, costituita da personalità neutrali di loro gradimento?

76 - Perché il Primo Ministro e il Ministro della Difesa hanno dichiarato di essere pronti a testimoniare – ma non per rispondere alle domande?

77 – Da dove viene il ragionamento secondo il quale soldati non devono essere chiamati a testimoniare quando in tutte le precedenti inchieste ufficiali superiori, ufficiali subalterni e gli uomini arruolati sono stati invece sottoposti a interrogatorio?

78 - Perché il governo si rifiuta di nominare una Commissione d'Inchiesta di Stato sulla base alla legge israeliana che è stata emanata dalla Knesset nel 1966 a questo scopo, soprattutto in considerazione del fatto che commissioni di questo tipo erano state nominate dopo la guerra dello Yom Kippur, dopo il massacro di Sabra e di Chatila, dopo che il pulpito della Moschea al-Aqsa era stato dato alle fiamme da un australiano folle, così come per indagare la corruzione nello sport e l'assassinio del leader sionista Chaim Arlosoroff (è avvenuto circa una cinquantina d'anni dopo!)?

79 - Il Governo ha qualcosa da temere da una simile commissione, i cui membri sono nominati dal Presidente della Corte Suprema, e che ha il potere di convocare testimoni e di sottoporli a contraddittorio, di richiedere la produzione di documenti e di definire la responsabilità personale per errori e crimini?

80 - Perché è stato deciso alla fine di nominare una patetica commissione, priva di qualsiasi potere giuridico, che sarà carente di una qualsiasi credibilità sia in Israele che all'estero?

E, infine, la domanda delle domande: *Che cosa sta cercando di nascondere la nostra leadership politica e militare?

Etichette: , , ,

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page