18 novembre 2004

Ennesimo tragico "incidente" a Gaza.

Nelle prime ore di stamattina, un carro armato israeliano ha sparato per errore contro truppe egiziane, uccidendo tre soldati delle forze di sicurezza.
Questo ennesimo "incidente" è avvenuto nell'area di Rafah - Striscia di Gaza - lungo la cd. Philadelphi Route, cioè quella zona di confine tra i Territori palestinesi e l'Egitto che, anche dopo il ritiro farsa da Gaza (vedi post precedente), continuerà ad essere presidiata dall'esercito israeliano: cominciamo bene!
Secondo il generale David Menachem, comandante delle truppe israeliane nella Striscia, l'errore è stato causato dalla distanza (circa duecento metri), dal forte maltempo e dall'oscurità (era notte fonda): così si spiegherebbe come i soldati israeliani abbiano potuto scambiare le truppe egiziane per dei "commandos" palestinesi che "trasportavano esplosivi".
Ennesimo "incidente", dicevamo, causato dal "grilletto facile" di Tsahal, dove si usa prima sparare e poi controllare a chi si è sparato.
Salvo poi chiedere scusa se ci si accorge di avere ucciso per errore degli innocenti, come ha fatto Sharon telefonando al Presidente egiziano Mubarak.
O nemmeno quello, quando a morire per un "tragico incidente" sono civili palestinesi disarmati.

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page