19 settembre 2004

Le puzzole americane.

Ogni tanto anche i media di stato ci regalano qualche primizia interessante.
Questa sera, ad esempio, il tg2 ci ha informato che l'esercito israeliano starebbe adottando un nuovo gas antisommossa, ricavato dal liquido ... delle puzzole americane!
Il gas, particolarmente ... odoroso per l'appunto, si attaccherebbe ai vestiti e alla pelle delle vittime per vari anni, costringendole a trascorrere un non indifferente periodo di vita ben poco piacevole.
Ci mancava solo questa, gli Usa non solo assistono militarmente e finanziariamente Israele, adesso mandano all'attacco anche le loro puzzole!
Viene da ridere, ma in realtà a sproposito, perchè Filippo Landi ci informa anche che, nel corso dell'ultimo mese, l'esercito israeliano ha fatto fuori 80 Palestinesi e ne ha feriti ben 630.
Secondo i dati resi noti dal Sottosegretario Generale dell'Onu per gli Affari Politici Kieran Prendergast, durante la riunione mensile del Consiglio di Sicurezza sulla situazione in Medio Oriente svoltasi venerdì 17 settembre, il totale dei morti a partire dallo scoppio della seconda Intifada è salito a 3.633 Palestinesi e 966 Israeliani, mentre il numero dei feriti ammonta rispettivamente a 35.400 e a 6.235.
L'ultima vittima dei valorosi soldati di Sion è stata una 19enne palestinese, Beriza Aminawi, uccisa proprio venerdì a Nablus da una fucilata in pieno petto, mentre era affacciata ad una finestra della propria casa.
Nessuna sosta per i soldati israeliani, nessun periodo di ferie, e meno male che ogni tanto devono pur dormire!

Condividi

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page