6 ottobre 2010

Un esercito di ballerini e di vili canaglie.

Non finiscono mai di sorprendere i soldati israeliani! In questo ultimo video, un soldato dell'Idf si esibisce accanto ad una prigioniera palestinese legata e bendata, mostrando le sue doti di ballerino e, insieme, il razzismo e l'immoralità che permea questo esercito di canaglie.

Non è la prima volta che i soldati israeliani si dedicano alle danze, come in quest'altro video girato a Hebron, che sollevò le proteste dei Palestinesi, alcuni dei quali, giustamente, manifestarono esibendo dei cartelli con scritto "andare a ballare a casa vostra"!

Ma, soprattutto, non è la prima volta che i soldati israeliani umiliano e deridono inermi palestinesi arrestati o fermati ai checkpoint, fotografandoli oppure augurandogli come dono - da parte degli infami della Golani - un bel pezzo di legno da infilare su per il c..o!

E ora ci tocca di assistere a questa ennesima prodezza da parte di un esercito di assassini e di vili canaglie, bravi solo a massacrare civili inermi o a molestare prigionieri legati e bendati, e pronti invece a scappare quando si tratta di affrontare una milizia appena un minimo organizzata, come accaduto di recente in Libano.

Etichette: , , , ,

Condividi

10 Commenti:

Alle 7 ottobre 2010 00:39 , Anonymous Andrea ha detto...

Contrariamente a quanto sostieni, non è consuetudine per i soldati di Tzahal divertirsi a danno dei prigionieri. Chi trasgredisce le regole viene punito. E il caso del soldato che balla la danza del ventre non è diverso. Ma per te ogni occasione per dar contro a Israele è buona.

 
Alle 7 ottobre 2010 09:11 , Anonymous g ha detto...

no sono coraggiosi i palestinesi che uccidono a sangue freddo bambini,(sbttendogli la testa sui scogli),donne incinte(sparandogli in testa),massacrando atleti alle olimpiadi,civili sugli autobus, vuoi che continui.... oppure non pubblicherai la lettera? come fai di solito quando è scomoda? oppure, visto la tua estrazione politica tutto questo, quando si parla di ebrei per te è normale?

 
Alle 7 ottobre 2010 12:39 , Blogger vichi ha detto...

Non risulta che in nessuno dei casi portati all'attenzione dell'opinione pubblica alcun soldato israeliano sia stato condannato per molestie a prigionieri.

Figuriamoci per tutti i casi di cui non veniamo a sapere nulla!

Per il resto, l'uccisione di civili innocenti è per me sempre da condannare, di chiunque si tratti.

Pare, invece, che i massacri di donne, bambini, povera gente inerme ad opera di Tsahal non sia solo normale, ma addirittura "santificato".

Naturalmente poi possiamo sempre ricordare il massacro degli atleti a Monaco, ma si tratta di qualche annetto fa...

Oggi, invece, assistiamo al curioso fenomeno per cui il terrorismo palestinese non opera più attentati suicidi, i massacri della soldataglia israeliana continuano, invece, come e più di prima.

 
Alle 8 ottobre 2010 09:43 , Anonymous g ha detto...

monaco è qualche anno fa,allora sono 62 anni che esiste lo stato d'israele e lo mettiamo ancora in dubbio? se andiamo ad anni rivendichiamo il diritto al ritorno?
il terrorismo palestinese è finito dopo la costruzione della barriera, oppure sbaglio?
i soldati(ragazzi di 20 anni) che commettono crimini vengono giudicati in tribunale,mentre gli assassini terroristi palestinesi vengono accolti da eroi, qual'è la civiltà?
dici di condannare qualsiasi tipo di uccisione di civili,non ho sentito ne letto ,da parte tua,una parola di condanna sulla strage di 4 civili massacrati a sangue freddo 15 gg fa, tra cui una donna incinta.
sono io quello di parte?

 
Alle 8 ottobre 2010 12:12 , Blogger vichi ha detto...

Ho già ribadito più e più volte. e adesso segnatelo prima che ti sfugga di nuovo, che sono contrario all'uccisione di civili innocenti, di chiunque si tratti.

Detto questo, vorrei soltanto ricordarti che gli assassini della Mavi Marmara - che hanno liquidato alle spalle degli attivisti disarmati - non solo sono stati accolti come eroi, ma lo stato-canaglia israeliano ne ha pienamente giustificato i crimini.

Mentre, ad oggi, gli oltre 350 bambini massacrati durante piombo fuso aspettano ancora giustizia, e l'unica condanna inflitta ad un soldato israeliano riguarda l'uso di una carta di credito rubata!

E allora, per favore, risparmiami certe affermazioni.

 
Alle 8 ottobre 2010 15:37 , Anonymous g ha detto...

non mi sembra che fossero disarmati se hanno tentato di linciare e buttare dalla nave i soldati.
e i bambini israeliani trucidati dagli attentati che tipo di giustizia hanno avuto?

 
Alle 8 ottobre 2010 15:39 , Anonymous g ha detto...

ti ripeto la domanda per te scomoda , a cui sei solito non rispondere ,dov'è la tua condanna al massacro di 4 civili?

 
Alle 8 ottobre 2010 15:43 , Anonymous g ha detto...

voglio la completa dichiarazione dell'ingiustificato massacro di 4 civili e un bell'articolo.
solo così potrò cambiare idea sulle tue intenzioni.non ti interessa la mia opinione? ok ma la gente deve leggere e convingersi che sei un istigatore d'odio un fomentatore di animi.e che le domande scomode non le pubblichi

 
Alle 19 ottobre 2010 21:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma come ci scandalizzaimo perchè un soldato sberleffa un prigionero ?? sai che roba !!! ma del fatto che il soldato Gilad Shalit da anni nelle mani di hams non può essere visitato dalla Croce Rossa internazionale ??

 
Alle 20 ottobre 2010 10:37 , Blogger vichi ha detto...

Si certo, il soldato Gilad Shalit.

Magari potremmo anche parlare delle centinaia di bambini, alcuni di soli 12 anni di età (!) buttati a languire nelle carceri israeliane, minacciati, picchiati e, talora, anche abusati sessualmente.

Loro sì illegalmente detenuti in spregio ad ogni norma e convenzione internazionale, mentre il soldato Shalit - ti ricordo - è un membro di quell'esercito che da anni assedia ed affama la Striscia di Gaza.

Ma vuoi mettere la vita di un soldatino con quella di un milione e mezzo di civili innocenti?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page