2 gennaio 2009

Avercene parlamentari così in Italia!


Dal blog di Sibilla , mi segnalano gentilmente questa notizia, utile a far riflettere sul fatto che i parlamentari italiani, senza alcuna eccezione, hanno assunto sul massacro in atto a Gaza una gamma di posizioni che va dalla totale indifferenza all'equidistanza e, in molti casi, all'entusiastica approvazione dell'operato dei criminali israeliani.


Altrove, c'è chi ha deciso di protestare contro l'occupazione israeliana e i crimini di guerra di Tsahal, con gesti puramente simbolici ma pur sempre significativi.


L'ambasciata israeliana ha mandato a Theodoros Pangalos, deputato (socialista, n.d.r.) del Parlamento greco, tre bottiglie di vino come regalo per le festività, con gli auguri dell'ambasciatore Ali Giachia.


Theodoros Pangalos ha restituito questo regalo ed ha ringraziato l'ambasciatore con la seguente lettera:

Caro Signor ambasciatore,


grazie per le 3 bottiglie di vino che mi avete trasmesso come auguri di Natale. Auguro a voi, alla vostra famiglia e ad ognuno nell'Ambasciata un felice anno nuovo. Buona salute e progresso per voi tutti.


Sfortunatamente ho notato che il vino che mi avete mandato è stato prodotto nelle Alture del Golan. Mi è stato insegnato, fin da quando ero molto giovane, a non rubare e a non accettare i proventi del furto. Così non mi è possibile accettare questo regalo e sono costretto a restituirvelo.


Com'è noto, il vostro paese occupa illegalmente le Alture del Golan che appartengono alla Siria, secondo il diritto internazionale e le numerose decisioni della Comunità internazionale.


Colgo l'occasione per esprimere la mia speranza che Israele trovi la sicurezza all'interno dei suoi confini internazionalmente riconosciuti e che le attività terroristiche contro il territorio israeliano da parte di Hamas o di chiunque altro vengano controllate e rese impossibili, ma spero anche che il vostro governo cessi di praticare la politica della punizione collettiva che venne applicata su vasta scala da Hitler e dai suoi eserciti.


Azioni come quelle dei militari israeliani in questi giorni a Gaza ricordano l'olocausto dei greci a Kalavrita, o a Doxato, o a Distomo, e certamente quello nel ghetto di Varsavia.


Con questi pensieri mi permetta di esprimere i miei migliori auguri a voi, al popolo israeliano, e a tutti i popoli della nostra regione del mondo.


Atene, 30 dicembre 2008

Etichette: , , , ,

Condividi

6 Commenti:

Alle 2 gennaio 2009 13:47 , Blogger σίβυλλα ha detto...

Grazie!

Il presidente della Repubblica Greca, per il macello a Gaza: «È crimine a sangue freddo»!
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2009/01/blog-post_3619.html


Il video, qui:
Down the flag of Nazis israel in the embassy in Athens. Tolta la bandiera dal abasciata dei nazisti israeliani ad Atene
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/search?updated-max=2008-12-30T01%3A33%3A00%2B02%3A00&max-results=50

Athens 29 December 2008: Embassy of Israel - Athens
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/athens-29-december-2008-embassy-of.html
e qui http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/blog-post_7607.html


رسالة وزير الخارجية اليونانى السابق للسفير الإسرائيلي. حيث تعودوا إرسال هدايا رأس السنة لكل من مر بوزارة الخارجية من وزراء
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/blog-post_949.html

Theodoros Pangalos, Member of Parliament (Greece), is a big Greek socialist, returned gift and thanked the Ambassador of Israel...
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/theodoros-pangalos-member-of-parliament.html

Stop genocide Israel Nazis – Free Gaza – Intifada. Athens 29 December 2008: Embassy of Israel - Athens
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/stop-genocide-israel-nazis-free-gaza.html

Down the flag of Nazis israel in the embassy in Athens. Tolta la bandiera dal abasciata dei nazisti israeliani ad Atene
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/down-flag-of-nazis-israel-in-embassy-in.html

Athens 29 December 2008: Embassy of Israel - Athens
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2008/12/athens-29-december-2008-embassy-of.html

vari links, qui:
http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2009/01/blog-post_01.html

http://sibilla-gr-sibilla.blogspot.com/2009/01/murderers-assassini-meurtriers-asesinos.html

 
Alle 2 gennaio 2009 19:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il signor Pangalos, invece di fare il suo nobile (!) e spettacolare gesto, farebbe bene a informarsi perchè Israele occupa le alture del Golan, delle quali non gliene frega assolutamente niente , tranne per il fatto che costituiscono , e storicamente hanno costituito, il trampolino di lancio per gli attacchi dei carri armati siriani.Se non lo sapeva , nella sua posizione doveva saperlo, e se lo sapeva è un ipocrita.

 
Alle 4 gennaio 2009 03:13 , Blogger vichi ha detto...

La scusa della "sicurezza" è sempre buona.
Vale per il Golan (ma davvero la Siria potrebbe attaccare Israele??!), vale per la Valle del Giordano, vale per gli insediamenti e per il Muro che ingloba ulteriore terra palestinese.
Di recente Israele si è molto adirato perchè il governo inglese vuole togliere le agevolazioni all'import di prodotti provenienti dagli insediamenti colonici nella West Bank.
Il vero è che l'Europa (e il mondo intero) dovrebbe sottoporre Israele allo stesso trattamento a suo tempo riservato al Sudafrica dell'apartheid.
Allora si che la pace arriverebbe in un baleno!

 
Alle 9 gennaio 2009 08:44 , Blogger Pizzente ha detto...

Il fatto che Israele OCCUPI le alture del Golan e la Cisgiordania è di per sé un crimine. Il fatto che non le restituisca, nonostante le tante risoluzioni ONU é un altro crimine. Il fatto che reagisca ai missili di Hamas è legittimo, ma é criminale colpire i civili in zona di "guerra". Il fatto di aver costruito il MURO mi sa di collezione punitiva tesa a sterminare un popolo e quindi si può benissimo parlare di Genocidio che ricorda tanto lo sterminio degli ebrei sionisti perpetrato dai nazisti. Forse sbaglio?

 
Alle 9 gennaio 2009 10:06 , Blogger vichi ha detto...

Caro Pizzente, non sbagli, a parte l'ultimo paragone.
Quando si parla di quelli israeliani come crimini "nazisti" non lo si fa per paragonare l'occupazione israeliana all'Olocausto ebraico, non foss'altro per una questione numerica ben evidente.
Per crimini "nazisti" - almeno chi scrive la pensa così - si intendono quei crimini di guerra, di cui Israele si sta macchiando in così gran quantità in queste ore - che denotano una volontà di vendetta e ritorsione, e un disprezzo assoluto del valore della vita umana (quella dei non ebrei, s'intende).
Un caro saluto,
Vichi

 
Alle 9 gennaio 2009 12:26 , Blogger Pizzente ha detto...

Hai ragione Vichi, mi sono espresso con un paragone errato e chiedo venia e ti ringrazio. Rimane il proposito dei sionisti israeliani di voler sterminare i palestinesi per impossessarsi dei loro territori. La loro reazione ai missili Qassan ha un duplice scopo:
- far fuori i terroristi di Hamas
- far fuori anche i civili palestinesi senza alcuna pietà per le loro condizioni disumane.
Cari saluti.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page